Curcuma per dimagrire: funziona veramente?

curcuma per dimagrire: funziona veramente?

La curcuma è una spezia dal gusto e dall’odore particolare, pungente e aromatico, un alimento che in cucina si presta a diversi utilizzi, inoltre pare che sia efficace nell’incentivare la perdita di peso.

Curcuma per dimagrire: funziona veramente?

Ritmi frenetici e alimentazione scorretta

I ritmi di oggi, e l’evoluzione dell’industria alimentare ha velocizzato i tempi di preparazione e di consumo dei cibi, ma ha portato un forte aumento di casi di sovrappeso o addirittura di obesità; i chili di troppo portano danni al cuore, alle articolazioni, alle funzioni del fegato e alla circolazione.  Mangiare troppo e troppi cibi calorici e fare poco movimento porta inevitabilmente ad ingrassare.

Stimolante e purificante

La curcuma pare essere un ottimo metodo per contrastare l’aumento di peso e per perdere quello in eccesso, ha proprietà depurative per il fegato, elimina dall’organismo le placche di colesterolo, e inoltre tiene pulite le arterie; questi processi benefici si sviluppano grazie all’azione stimolante dei recettori della capsaicina, l’alcaloide che rende alcune verdure piccanti, ovvero stimola la termogenesi, il processo naturale che brucia i grassi.

Prove tangibili

L’efficacia della curcuma è stato comprovato da vari esperimenti condotti su un numero rilevante di persone che hanno mantenuto un regime alimentare ricco di curcuma. Ovviamente l’uso di questa spezia deve essere equilibrato, in dosi eccessive può dare dei disturbi, inoltre per essere efficace deve essere introdotta in una dieta sana, ricca di frutta e verdura, e di cibi leggeri, è necessario anche fare una leggera attività fisica e bere molta acqua.

Benessere e gusto

La curcuma fa parte della tradizione nella cucina medio orientale ed anche della cucina asiatica, poi nel corso dei secoli il suo utilizzo è diventato noto in tutto il mondo; è consigliato associarla al pepe nero per un più rapido assorbimento, ottimo abbinamento per zuppe, pasta e risotti, aggiunto all’olio extra vergine lo profuma e lo rende più gustoso.

Precauzioni e effetti avversi

Come ogni alimento, anche la curcuma può fare male se usata in modo improprio, alle persone in buona salute un’assunzione esagerata può provocare solo effetti gastrici e intestinali (diarrea) per chi invece soffre di determinate patologie la curcuma va usata con cautela, infatti non è indicata per chi ha problemi alla cistifellea, o alle vie biliari, calcolosi, e non è adatta a chi soffre di problemi di coagulazione sanguigna; inoltre non va assunta in gravidanza o nel corso dell’allattamento al seno.

Razione giornaliera raccomandata

 Nell’arco della giornata la dose massima consentita è di due cucchiaini; la curcuma va aggiunta a crudo sulle pietanze e mai cotta con esse; questo per non privare la spezia delle sue preziose proprietà riequilibranti e curative. Per saperne di più e iniziare a utilizzare la curcuma nella tua dieta quotidiana Clicca Qui.