Riflessologia plantare, la mappa dei punti riflessi

Riflessologia plantare, la mappa dei punti riflessi

Ritrova il benessere con la riflessologia plantare

Questa terapia affonda le sue origini nella medicina orientale e sta riscuotendo, già da molti anni, grande successo anche in Occidente e nel nostro paese. Attraverso il massaggio zonale dei piedi, la riflessologia può ottenere risultati molto significativi su disturbi e malattie di diversa natura e origine, più o meno gravi.

Ma è anche un valido alleato per ritrovare il benessere, scaricare le tensioni e combattere ansia e stress. Si tratta di una tecnica dalla comprovata efficacia che, attraverso una vera e propria mappa di punti specifici presenti sui piedi, è in grado di agire su tutte le altre parti del corpo umano, compresi gli organi e gli apparati interni, sfruttando le corrispondenze dei cosiddetti “punti riflessi”.

Anche se spesso trascurati e sottovalutati, i piedi sono davvero una parte fondamentale del nostro corpo, in cui risiedono tantissime terminazioni nervose che, se stimolate nel modo giusto, sono in grado di “comunicare” con il cervello ed il sistema nervoso, riequilibrando l’organismo e trasmettendo una sensazione di benessere ed armonia. Inoltre, il massaggio ai piedi con la riflessologia plantare può intervenire su numerose sintomatologie e combattere il dolore, dal semplice mal di testa ai disturbi mestruali e alimentari, l’insonnia o il mal di schiena.

Per intervenire sulla zona interessata dal fastidio, i piedi andranno massaggiati con i polpastrelli, toccando punti precisi che potranno far provare benefici immediati nella parte del corpo corrispondente.

Ecco la mappa dei punti riflessi

In primis, possiamo dire che i due piedi corrispondono ai due lati del nostro corpo, compresi gli organi e le strutture interne che risiedono da una parte e dall’altra.

Entrando invece nel merito della mappa dei punti riflessi, volendo fare una piccola sintesi, possiamo riassumere che il calcagno corrisponde alla zona del bacino, mentre le dita (con particolare attenzione all’alluce) corrispondo alla testa e al sistema nervoso. Poco prima del tallone ci sono l’intestino, il colon e i reni e si tratta anche della zona da massaggiare per combattere l’insonnia. Nella parte superiore del lato esterno ci sono lo stomaco e il pancreas. Nella parte superiore del piede invece, proprio sotto  le dita, ci sono la tiroide al lato e il cuore al centro.

La tecnica della riflessologia plantare prevede una digitopressione ripetuta sui punti specifici del piede per trattare altrettante specifiche zone e organi del corpo corrispondenti. Secondo alcuni esperti, basterebbero soltanto 15 minuti di trattamento, tutti i giorni, per provare i benefici di questa terapia.