Per montare un gazebo serve l’autorizzazione?

Montare un Gazebo

Molto spesso a casa, specie se l’immobile è dotato di un grande balcone, di un giardino o di una terrazza, nasce l’esigenza di montare un gazebo al fine di poter stare fuori all’ombra specie nel periodo estivo. Prima di acquistare un gazebo, però, è bene informarsi su cosa si può e cosa non si può fare. A casa propria in teoria si può fare ciò che si vuole, anche realizzare e montare un gazebo, ma occorre in ogni caso fare attenzione al fatto che per realizzarlo e per montarlo potrebbe essere necessaria un’autorizzazione, ovvero il rilascio di un apposito permesso che equivale in sostanza a quello per costruire.

Montare un gazebo senza autorizzazione

Nel dettaglio, anche facendo leva sulla giurisprudenza e su sentenze pregresse, di norma per montare in Italia un gazebo non serve l’autorizzazione quando la struttura da realizzare nell’abitazione non solo è di dimensioni modeste, rispetto alla superficie totale dell’immobile, ma non è ancorata al pavimento dell’area e non va a realizzare una volumetria.

Montare un gazebo, quando può essere necessario un titolo abilitativo

Di contro, per montare un gazebo può servire l’autorizzazione, e quindi il rilascio di un titolo abilitativo, quando la struttura, invece, non solo è di notevoli dimensioni, ma genera pure un forte impatto visivo. Lo stesso dicasi quanto il gazebo da realizzare e da montare genera una trasformazione urbanistica e presenta un carattere che non è di assoluta temporaneità e precarietà.

Montare un gazebo, consigli utili

Prima di montare un gazebo, in giardino o sul terrazzo, la raccomandazione è di conseguenza quella di prendere visione dei regolamenti edilizi locali, ovverosia quelli del Comune dove si trova l’immobile. Dopodiché è bene affidarsi ad un tecnico di fiducia al fine di realizzare la struttura del gazebo in modo tale da soddisfare pienamente i parametri previsti da tali regolamenti.

Per esempio, al fine di poter montare un gazebo senza autorizzazione in un Comune rispetto ad un altro possono variare i parametri ammessi sono solo per quel che riguarda  il volume, la superficie e le dimensioni massime, ma anche la forma ed i materiali ammessi. Nel caso in cui tali parametri non siano rispettati, per montare il gazebo sarà necessario prima ottenere il titolo abilitativo di tipo edilizio a firma di un tecnico abilitato.

In pratica il tecnico abilitato, che può essere un ingegnere, un geometra oppure un architetto, dovrà essere incaricato di realizzare il progetto per il montaggio e per l’installazione del gazebo effettuando a livello preliminare la verifica della normativa comunale e regionale. Dopodiché il tecnico sarà chiamato prima alla stesura e poi alla presentazione della pratica edilizia per l’installazione del gazebo.

Per montare ed installare un gazebo, infatti, è fondamentale fare le cose per bene altrimenti poi, ad esempio non rispettando a pieno i regolamenti comunali, si rischiano pesanti sanzioni. In particolare, se il progetto per la realizzazione ed il montaggio del gazebo presenta delle caratteristiche tali che possono essere soggette a possibili interpretazioni, allora è bene per sicurezza fissare con i tecnici del Comune dove si trova l’immobile uno o più colloqui di chiarimento anche al fine di effettuare eventuali modifiche.