Tornei di poker online: come funzionano

tornei poker

Il poker online è uno dei giochi che cattura la maggior attenzione da parte dei giocatori professionisti e anche degli utenti che si approcciano al poker  per la prima volta, in merito al successo e alla validità del giocare online ovvero attraverso siti e portali in rete, che offrono la possibilità di conoscere e di fare pratica in questo gioco che è un vero cult delle attività ludiche, il grande campione americano Dan Colman durante un’intervista recente, messa in rete in un video,  sì espresso in maniera critica nei confronti proprio Il gioco online.

Secondo Colman il poker online ha vita breve, anzi la sua previsione è stata veramente precisa, nell’intervista, perché ha dichiarato che a suo parere fra 3 anni circa il poker online sarà soppiantato completamente dalle partite live e dai tornei giocati di persona. Questo pare agli addetti ai lavori veramente impossibile, benchè il campione sostenga che a suo parere spesso nel portare avanti tornei di poker in rete si può avere l’impressione di stare giocando contro un sistema; ovvero contro una macchina e non contro una persona in carne ed ossa, praticamente come se al di là dello schermo del pc ci fosse un robot;  l’affermazione è apparsa alquanto assurda perché benchè i giocatori professionisti preferiscano di gran lunga giocare online anziché di persona al tavolo verde, non sono sprovveduti e quindi  in qualche modo si accorgerebbero se l’avversario è una persona ho un software.

Di fatto il poker online ha un successo strepitoso ogni giorno, migliaia di giocatori si fronteggiano in partite storiche, il poker è una vera icona del gioco, è il re del casinò e la possibilità di giocare attraverso il web sicuramente facilita e accresce la voglia di specializzarsi in un gioco così sofisticato che può dare molte soddisfazioni anche a livello economico.  Ci sono giocatori professionisti che vivono di poker, e  portare avanti questa passione attraverso la rete allarga gli orizzonti di conoscenza e di guadagno;  inoltre permette a chi ama il poker, ma è un principiante, di farsi le ossa senza perdere denaro quindi a maggior ragione, anche per questi motivi la dichiarazione di Colman non regge.

E’ impossibile che fra tre anni il poker online scompaia,  ci sono troppi utenti che giocano tutti i giorni, e lo fanno proprio perché hanno la possibilità di farlo da casa propria, oppure dal proprio smartphone;  internet permette senza spostarsi di un solo centimetro di potersi rapportare con tutto il mondo e questa è una qualità indubbiamente irrinunciabile e unica.  Come potrebbe mai un giocatore affrontare due o tre tornei contemporaneamente dovendosi spostare fisicamente?  E’ umanamente impossibile, mentre dal web lo stesso giocatore si può cimentare in partite e tornei contemporaneamente. Con un grande risparmio di tempo di soldi e di fatica perché viaggiare non è poi così semplice. Le previsioni di Colman paiono più che mai infondate, fra tre anni sapremo se il campione di poker aveva visto giusto oppure no; nel frattempo il poker continua la sua marcia inarrestabile, macinando partite, vincite sconfitte e fama.