Come si fa il backup di un iPhone

Come si fa il backup di un iPhone

Eseguire periodicamente il backup dell’iPhone, è indispensabile, pensate alle centinaia di informazioni che ogni giorno vengono salvate in automatico sul telefono, e quante ne salviamo noi stessi manualmente; tutte note importanti, dati sensibili, foto, ricordi, numeri di telefono e indirizzi, documenti, ricevute, e tanto altro; perdere tutto questo sarebbe davvero un disastro per chiunque poiché oggi quasi nessuno più ha l’abitudine di prendere nota scrivendo su un’agenda cartacea, un mezzo superato da tempo, ma che forse era più sicuro.

Non trascurare mai il backup

Il backup dell’iPhone dovrebbe essere fatto, come già detto  con una certa cadenza periodica, l’operazione di backup  trasferisce tutti i dati del proprio dispositivo in una applicazione o software ovvero li conserva per mezzo di un’archiviazione programmata, questo fa si che in ogni evento avverso, come ad esempio la perdita improvvisa dei propri contatti, delle app, delle impostazioni personalizzate e delle foto, di tutto quello  che abbiamo caricato nel telefono nel corso del tempo.

Salvare tutti i dati ai quali teniamo

Quindi cosa si deve fare per risolvere i problemi di iOS  ovviamente può succedere di tutto al proprio telefono e in questo caso perderemmo dati preziosi per noi, un ottimo metodo è installare iTunes sul computer, perché tramite questo famoso software della Apple, è possibile archiviare sul computer di casa tutti i dati accumulati sull’iPhone, ma proprio tutto, anche le app, tutte le impostazioni di sistema; tutto a portata di mano e al sicuro, pronto per essere ripristinato se al vostro iPhone capitasse qualche incidente.  Stessa cosa dicasi per  iCloud, un alternativa a iTunes per salvare un backup  del vostro smartphone. Ma tra i due metodi vi sono sostanziali differenze. Vediamo insieme quali sono…

Cosa è meglio?

Da sottolineare però che iCloud è adatto solo se sul proprio dispositivo iOS i file salvati sono leggeri; mentre iTunes supporta anche file di una certa pesantezza; la soluzione ottimale sarebbe di eseguire i backup con entrambi almeno una volta al mese.  iCloud è di facile utilizzo poiché esegue il backup in automatico via Wi-Fi, praticamente ogni volta che il dispositivo iOS viene collegato all’alimentazione; in modo sicuro salva tutti i dati senza che l’utente debba fare nulla; vengono messi cosi al sicuro ogni giorno: musica, e-ebook, foto, documenti, impostazioni, app, ecc ecc.

iTunes è più laborioso da gestire, questo software archivia tutti i dati sul pc, e necessità dell’intervento umano; da ricordare però che offre più sicurezza e mette al sicuro un volume di dati maggiore; in questo modo è possibile ripristinare il contenuto del proprio smartphone in modo davvero completo.

 

 

 

Specifiche dei backup

come agiscono i due software

 

iCloud

Come opera iCloud:

archivia i backup all’interno di  iCloud

offre 2 TB per lo spazio di archiviazione, 5 GB sono gratuiti

esegue sempre la codifica dei backup ogni volta

permette di creare i backup ovunque tramite Wi-Fi

permette di utilizzare i buckup tramite Wi-FI

 

 

iTunes

Come opera iTunes:

archivia i backup sia su Mac che su  PC

archivia i dati in base allo spazio che trova disponibile

permette backup codificati con impostazione disattivata di default

I backup sono utilizzabili sia da Pc che da Mac

 

 

Incognite: cosa può impedire il backup

 

Ovviamente un ripristino del vostro smartphone o il passaggio dei vostri dati e di tutto l’archivio del vostro dispositivo vecchio a uno nuovo possono andare a buon fine se vi sono le condizioni idonee; ad esempio software obsoleto, o limitazioni di memoria. Problemi di vario genere possono impedire il completamento del backup, o perdita di dati durante l’operazione; quindi è prudente verificare di essere nelle condizioni di eseguirlo.