Come estendere la rete wifi in tutta la casa. Powerline o extender wifi??

estendere la rete Wifi in tutta la nostra casa

La casa connessa è una realtà

Fino a qualche anno fa si parlava di connessione Internet solo per le attività che riguardavano il PC, ma oggi le cose sono radicalmente cambiate. Le offerte dei provider si sono fatte sempre più interessanti, sia dal punto di vista della velocità della connessione che dei costi. Allo stesso tempo tante aziende hanno immesso sul mercato prodotti che estendono le loro funzioni grazie al fatto di essere continuamente connesse alla rete. Basti pensare alla domotica, ormai una realtà concreta e con enormi potenzialità, per non parlare, per esempio, delle TV interfacciabili con un qualsiasi device per ricevere contenuti in streaming.

Anche il Wifi ha fatto enormi passi avanti, con router sempre più performanti che ci permettono di essere in rete da qualunque angolo della nostra casa, ma ci possono essere delle situazioni in cui il segnale Wifi non è sufficiente a coprire tutti gli ambienti della nostra abitazione e questo può avvenire per diverse ragioni. Diventa quindi necessario estendere la rete Wifi in tutta la casa con delle soluzioni ad hoc, così potremo trasmettere in streaming un bel film dal PC al nuovissimo e scintillante TV appena comprato. Sul mercato esistono fondamentalmente due tipologie di prodotti che consentono di estendere la rete Wifi in tutta la nostra casa: un Powerline o un Extender Wifi.

Entrambe le soluzioni al problema non prevedono di effettuare lavori impegnativi e costosi, ma rendono possibile l’accesso alla rete in tutti gli ambienti della nostra abitazione con una spesa più che accettabile. Vediamo quali sono le caratteristiche principali dei Powerline e degli Extender Wifi, in modo da capire quale può essere il prodotto migliore per le nostre esigenze.

Powerline

Un Powerline non è altro che un adattatore di rete che sfrutta l’impianto elettrico per trasmettere il segnale Internet da un ambiente all’altro. Il funzionamento del sistema è molto semplice e di facilissima implementazione. Si usano due adattatori, uno collegato al modem o al router che sia attraverso un cavo Ethernet, l’altro nella stanza in cui vogliamo estendere la rete Wifi. Il primo adattatore trasmetterà il segnale, sfruttando l’impianto elettrico, al secondo adattatore, che quindi ci fornirà il segnale Wifi nell’ambiente della nostra casa non raggiunto dal normale segnale del router. Tutto semplice e straordinariamente veloce.

Se si vuole estendere la rete Wifi in tutta la casa utilizzando due Powerline, in genere la spesa da sostenere è superiore alla soluzione Extender Wifi, ma le prestazioni sono notevolmente superiori. Inoltre, in certi casi, quando per esempio il router non riesce a trasmettere il segnale in tutta l’abitazione a causa di troppi muri, magari anche spessi, o di altre possibili problematiche, l’adozione di una coppia di Powerline è obbligatoria. Tornando all’esempio fatto precedentemente, la trasmissione di un film in streaming dal PC alla TV presente in un’altra stanza, la soluzione Powerline è certamente la più adatta, in quanto in questo caso viene richiesta una capacità di trasmissione dati molto performante e stabile allo stesso tempo.

Il punto debole del Powerline è costituito dalla qualità dell’impianto elettrico, come è facile immaginare. In presenza di un impianto molto datato o danneggiato in certi punti la trasmissione del segnale Wifi risulterebbe problematica o non funzionante del tutto. Comunque, se il vostro impianto elettrico non è troppo datato, l’uso di due Powerline è certamente la scelta migliore per estendere il segnale Wifi in tutta la casa.

Extender Wifi

Come fa chiaramente capire il nome gli Extender Wifi non fanno altro che catturare il segnale trasmesso dal router estendendolo successivamente a tutti gli ambienti in cui invece il segnale non viene captato. i ripetitori di segnale Wifi sono, nella sostanza, dei veri e propri cloni dei nostri router, in pratica con le stesse forme e dimensioni, ma possono anche presentarsi come dei semplicissimi adattatori che si collegano alla rete elettrica per funzionare e quindi trasmettere il segnale. Gli amplificatori di segnale Wifi possono essere collegati al router mediante un cavo Ethernet, ma anche in wireless, che in molti casi è la soluzione preferita. Nel caso in cui si voglia adottare la soluzione Extender Wifi, bisogna quindi trovare un punto strategico della casa in cui posizionare il dispositivo, in modo che sia possibile intercettare il segnale proveniente dal router e distribuirlo negli ambienti dove non è presente.

Anche in questo caso l’installazione è veramente semplice e veloce. Il punto a favore principale di un Extender Wifi rispetto al Powerline è il costo d’acquisto, generalmente più basso, ma i vantaggi finiscono qui. In presenza di muri spessi, per esempio in una vecchia abitazione, un ripetitore Wifi potrebbe non essere in grado di ottenere il risultato voluto e quindi vi ritrovereste punto e a capo. Certo, esistono prodotti sul mercato con caratteristiche diverse e quindi capaci di generare un segnale più o meno potente, ma visto che il costo dei dispositivi più performanti si allinea con quello dei Powerline meglio quest’ultima soluzione, se si ha bisogno di un segnale Wifi stabile e potente. Se invece l’unica cosa che si cerca è la possibilità, per esempio, di navigare con lo smartphone in un ambiente non raggiunto dal router e non ci sono particolari problemi con muri spessi, allora il ripetitore di segnale Wifi può essere una valida alternativa ma a costi veramente molto bassi. Sul mercato ci sono ormai degli Extender Wifi acquistabili con una spesa di pochi euro.