Basi di raffreddamento Notebook: cos’è e quali sono le migliori

migliori basi di raffreddamento

Il mercato dei notebook si sta allargando, ormai trovare notebook con prestazioni simili ad un pc desktop ad un prezzo abbordabile non è più fantascienza, grazie anche ai nuovi processori Kaby Lake e alle schede video serie 10xx per portatili che si differenziano dalla versione desktop solo per le frequenze di clock (di pochissimo).

Ma, se da una parte troviamo notebook sempre più potenti e compatti, dall’altra troviamo frequenti problemi di “thermal throttling” ovvero, un sistema di difesa della CPU che si attiva nel momento in cui quest’ultima raggiunge uno stato di affaticamento tale da raggiungere temperature molte alte; per forza di cose, questi ripetuti processi alla lunga portano un deterioramento della componente hardware.

Proprio per questo motivo vi è stata la necessità di creare le basi di raffreddamento: delle vere e proprio strutture che, oltre a sorreggere il notebook e distanziarlo dal tavolo/scrivania, con un sistema di ventole integrato consente di aiutare il notebook nel compito di arieggiare e far fuoriuscire l’aria calda. E’ facile quindi intuire la loro importanza.

Basi di raffreddamento: fattori da considerare

Online si trovano centinaia di modelli differenti, quindi vi illustro brevemente i due fattori da considerare quando dovete scegliere il prodotto giusto per le vostre esigenze.

Posizionamento delle ventole

Fattore fondamentale: comprate assolutamente una base di raffreddamento che abbia le ventole in corrispondenza delle aperture che trovate sotto il vostro notebook in modo tale da avere aria entrante ben localizzata;

Efficienza delle ventole

Ovviamente, avere 3-4-5 ventole ma che girano ad una velocità esigua non ha senso. Quindi, scegliete la base che abbia delle ventole prestanti, che riescano a superare i 1200 RPM con relativa tranquillità.

Le 2 migliori in commercio

Dopo aver visto più da vicino questi articoli scopriamo insieme quali sono le 2 migliori basi di raffreddamento. Inoltre, consiglio anche di consultare i modelli presentati da guideagliacquisti.it.

KLIM WIND

La base di raffreddamento della KLIM è sicuramente quella che consiglio ed è proprio quella che utilizzo personalmente. Oltre ad avere un design accattivante, ideale anche per i pc da gaming, è ottima per i notebook di tutte le grandezze, da quelli da 11″ a quelli da 17″.

Presenta ben 4 ventole che eseguono circa 1400 RPM (giri al minuto) ciascuna le quli, oltretutto, sono disposte su tutta l’area per coprire a pieno tutta la superficie inferiore del vostro laptop. Infine, sono anche molto silenzione, massimo 26 dB.

E’ sicuramente un prodotto molto versatile, offre anche delle porte USB extra e può essere usanta anche per console come PS4 e Xbox One. Per concludere, abbiamo a disposizione anche una garanzia di ben 5 anni.

Controlla disponibilità su Amazon

TeckNet 844264

Altro prodotto molto valido, sempre con retroilluminazione LED ed in questo caso si presta come un ottimo stand regolabile a più livelli d’altezza. Troviamo anche un comodo display per monitorare in “live” temperature e velocità delle ventole.

Le ventole sono “solamente” due, molto grandi e che arrivano ad eseguire fino ad un massimo di 1500 giri al minuto (RPM).

Il sistema di alimentazione è molto semplice: basta collegare il prodotto direttamente al computer via USB ed il gioco è fatto. Per non perdere una porta USB ne troviamo anche una extra sulla base.

Controlla disponibilità su Amazon