Perché il prossimo anno avremo 4 italiane in Champions?

4 italiane in Champions League

A partire dalla stagione calcistica 2018-2019 saranno ben quattro i posti che saranno riservati alle squadre italiane per la Champions League. A confermarlo in via ufficiale nei giorni scorsi è stata la Uefa indipendentemente dall’esito finale dell’Europa League e della Champions League nella corrente stagione. Ma perché il prossimo anno avremo 4 italiane in Champions?

Avremo 4 italiane in Champions League, ecco perché

Ebbene, l’Italia potrà iniziare con ben quattro squadre in Champions League in quanto, a partire dalla stagione 2018-2019, per il calcolo del numero delle squadre ammesse, alla fase a gironi della massima competizione calcistica europea per club, ad essere valido sarà il ranking per federazioni che attualmente vede in testa la Spagna, e poi a seguire l’Inghilterra, la Germania e l’Italia al quarto posto.

Champions 2018-2019, 4 posti per le prime 4 nazioni del ranking Uefa

Come spiega il sito pronosticicalcio.net, dalla Champions League 2018-2019, alle prime quattro nazioni per ranking Uefa verranno assegnati quattro posti nella fase a gironi, il che significa che ai nastri di partenza avremo con certezza quattro squadre spagnole, quattro inglesi, quattro tedesche e quattro squadre di Serie A italiane per un totale di 16 squadre. A contribuire al raggiungimento dei quattro posti per le italiane in Champions League 2018-2019 è stata la Juventus grazie ai risultati delle ultime tre stagioni che l’anno portata ad occupare, attualmente, la quinta posizione nel Ranking Uefa per club dietro solo al Real Madrid primo, e poi a seguire il Bayern di Monaco, il Barcellona e l’Atlético Madrid.  

Champions 2018-2019, due posti ai gironi per Francia e Russia

Per Francia e Russia, rispettivamente al quinto ed al sesto posto del ranking Uefa, i posti in Champions League 2018-2019, direttamente alla fase a gironi, saranno due a testa per un totale di quattro squadre. Per Francia e Russia, inoltre, per le terze classificate in campionato, c’è un posto a testa per i preliminari, mentre per le nazioni dal settimo al decimo posto del ranking Uefa, attualmente occupato nell’ordine da  Portogallo, Ucraina, Belgio e Turchia, solo la prima classificata in campionato avrà diritto a un posto nella fase a gironi, mentre la seconda classificata potrà accedere alla Champions solo attraverso i preliminari. In tutto alla fase a gironi della Champions League 2018-2019 accederanno 26 squadre ammesse di diritto alla fase a gironi, più altre sei che si qualificheranno attraverso i preliminari play-off.

Champions League 2018-2019, nessun posto sicuro per Repubblica Ceca e Svizzera

Per le prime classificate dei campionati di calcio di massima serie di Repubblica Ceca e Svizzera non ci sarà in Champions League, nella stagione 2018-2019, alcun posto sicuro nella fase a gironi. E questo perché nel ranking Uefa per federazioni Repubblica Ceca e Svizzera si trovano, rispettivamente, all’11esimo e 12esimo posto. Questo significa che le squadre vincitrici dei campionati di Repubblica Ceca e Svizzera avranno per la Champions League della prossima stagione un posto sicuro ma solo per gli spareggi play-off al quale si aggiunge, per le seconde classificate, un posto in automatico alla fase a gironi dell’Europa League.